Cos'è il potere fonoisolante?

Il potere fonoisolante R definisce la capacità di isolamento acustico di un divisorio. Si definisce e misura in deciBel, il valore più utile dal punto di vista pratico è in realtà quello misurato in opera, cioè sul posto a lavoro finito ed è definito R’w (dove la w indica che è stato pesato secondo la curva richiesta dalle normative tecniche diventando un numero unico , vedi l'ISO 717-1, e l'apice che è misurato in opera). Un valore utile ai progettisti invece è Rw che è lo stesso valore misurato in laboratorio o calcolato progettualmente. Tutti e tre i parametri ci dicono praticamente di quanti deciBel viene diminuito il livello sonoro quando passa attraverso un materiale o un insieme di essi come in una parete fra due stanze.

Dato che dalla teoria alla pratica c’è sempre una certa differenza si tenga conto che i valori in laboratorio sono sempre più grandi di quelli in opera di circa 2 – 5 dB. In molte situazioni quotidiane entra in gioco la trasmissione laterale: sappiamo che nella pratica un singolo divisorio può essere aggirato quando il suono passa nelle strutture circostanti come vibrazione (p.e. colonne, travi, muri portanti e non portanti).

Si ricordi che per avere una diminuzione che venga effettivamente percepita come un dimezzamento del livello sonoro il potere fonoisolante deve essere innalzato di almeno 10 dB, è difficile e tecnicamente sbagliato esprimere la diminuzione in punti percentuali come spesso si fa nella parlata quotidiana.
Per dare dei riferimenti possiamo dirvi che la tipica porta interna che viene installata nelle case Italiane isola attorno ai 28-30 dB, la legge Italiana (dpcm 5-12-97) invece richiede che i muri tra abitazioni adieacenti isolino almeno 50 dB, un buon valore per rispettare la privacy notturna.