Cos'è la correzione acustica?

E’ l’atto di migliorare la qualità del suono all’interno di un ambiente chiuso o semichiuso (p.e. una galleria), quindi il suo ascolto, la sua riproduzione, creazione o registrazione.
In un progetto accurato si ottiene scegliendo con cura (secondo uno studio e calcoli specifici) la natura e la posizione delle finiture (i materiali che vediamo sulle pareti, soffitto e pavimenti, cioè che li rivestono o gli stessi che li compongono), decidendo attentamente la forma degli spazi e senza dimenticare l'arredo presente o che si vuole inserire.
La correzione viene comunque progettata secondo le leggi dell'acustica nel contesto dello studio dell'estetica interna: in un salotto gli interventi saranno ben diversi da quelli fatti in una sala regia di uno studio di registrazione.

Ogni stanza infatti modifica il suono che si propaga al suo interno: in prima analisi essa si comporta come una grande cassa di risonanza e le sue pareti spoglie come veri e propri specchi per le onde sonore, imponendo così una propria caratteristica influenza al contenuto del suono. Questo è un motivo sottovalutato per cui quando ascoltiamo la stessa cassetta (o cd) in macchina o a casa notiamo delle grandi differenze.

Quando non sono stati progettati o trattati con intenzione, gli ambienti piccoli colorano il suono, lo modificano, ci impediscono di sentirlo come era stato registrato o come è stato generato dalle sorgenti (p.e. si nota spesso facilmente il risalto eccessivo dato alle basse frequenze); gli ambienti medio-grandi non corretti sono invece possono essere molto riverberanti e questo ha effetti deleteri sulla intelligibilità (comprensibilità) del contenuto sonoro, musica o parlato che esso sia, ciò può addirittura creare un rumore di fondo fastidioso da sopportare come è facile notare nelle mense, in molti ristoranti, nei grandi uffici open space o nei centri commerciali di tutta Italia dove l'argomento è spesso ignorato in fase di progetto.

Come vedremo la fisica acustica distingue gli ambienti in grandi e piccoli, gran parte dei parametri ben conosciuti per quelli grandi valgono meno per quelli piccoli e viceversa.