A cosa servono i pannelli divisori?

Spesso non ci si pensa, ma da un punto di vista acustico possono servire ad attenuare la propagazione del suono diretto tra punti vicini. Ne esistono di molte forme e dimensioni: sono utili negli studi e nei live per diminuire i rientri fra microfoni, ma vengono usati anche negli uffici e negli open spaces per aumentare la privacy fra le postazioni e per diminuire la rumorosità presente al loro interno, all'aperto sono usati nelle strade e ferrovie.

Si ricorda però che la funzione di isolamento acustico di qualsiasi barriera e divisorio non è mai miracolosa, (difficilmente più di 20 dB all'aperto; i suoni gravi tendono inoltre ad aggirare gli ostacoli facilmente e possono essere fermati solo da una chiusura completa ed ermetica su tutti i lati).
Rimangono uno strumento utile in molti progetti di trattamento acustico degli ambienti, soprattutto se concepiti appositamente al singolo caso, cioè con il giusto grado di fonoassorbenza e fonoisolamento, spesso in un ottica di acustica variabile.
Si noti che quelli trasparenti, pur essendo accattivanti dal punto estetico, assolvono poco alla funzione di isolamento mentre peggiorano la qualità del suono che gli si propaga intorno.

Commenti

in una sala prove

in una sala prove (realizzata artigianalmente da me) di 50mq il problema principale ora è attenuare di qualche dB ( 3 o 4 basterebbero)il suono della batteria rispetto agli altri strumenti.
ho pensato di appendere intorno alla pedana ( 4mq) che ospita la batteria almeno due pannelli divisori sistemati in modo da formare un angolo di contenimento.quelli traparenti sarebbero l'ideale perchè la visuale è completa, la loro altezza sarebbe di circa 120-130 cm potrebbero cos'ì non influire sulla qualità del suono e forse sarebbero sufficienti a ridurre i 3 o 4 dB. che ne dite?

Non sono convinto

Dei divisori per la batteria, soprattutto nelle salette piccole!
Penso che il loro utilizzo vada bene nei live dove si vuole registrare in diretta evitando i rientri nei panoramici.

Dato che la sala in questione è grande in pianta (ma che altezza ha?) si può invece provare: individuato un materiale opportuno, con dimensioni corrette e richiudendo tutto oltre la quota minima sufficiente si può superare il target dei 4 dB. Del resto esistono barriere di questo tipo preassemblate.

Per studiare e avere i migliori risultati nella tua situazione bisogna invece avere la pianta della stanza con la disposizione degli strumentisti e dei microfoni, conoscerne la correzione acustica esistente, poi valutare i materiali che hai a disposizione e/o individuarne di altri per assemblare i divisori e quindi fare un progetto: purtroppo questo non è il target di queste brevi risposte divulgative. Siamo a disposizione per darti supporto, contattaci via email.