Ho già fatto fare l'impatto acustico per la mia attività ma non è bastato.

Alcuni nuovi clienti ci chiamano perchè hanno fatto eseguire in passato l'impatto acustico ma continuano ad avere questioni per il rumore con i vicini e/o con la pubblica amministrazione. Dietro questo problema si nascondono situazioni diverse, vediamo alcune di quelle che troviamo più spesso:

- dopo la consegna della relazione ARPA chiede dei chiarimenti o delle integrazioni. Questo è il caso più comune e, se gli accordi erano stati fatti correttamente, e le richieste della pubblica amministrazione sono fondate, il vostro tecnico procederà gratuitamente a completare la relazione;

- si è fatta una autocertificazione dell'impatto acustico quando invece era opportuno non sottovalutare il problema del rumore della propria attività. La visione di un esperto da sempre le migliori garanzie. Dobbiamo ricordare che auto-certificare il falso è reato penale e oggi già da un semplice controllo della polizia annonaria può partire la denuncia;

- si è eseguita una previsione di impatto acustico troppo presto o è passato molto tempo e la situazione è cambiata rispetto allo studio che si è fatto fare. Ricordiamo che a volte basta cambiare un macchinario per cambiare le emissioni sonore della propria attività. Di solito per stare tranquilli è sempre opportuno collaudare la situazione con l'attività completamente in funzione, meglio farlo direttamente presso i vicini di casa. La previsione di impatto acustico porta sempre con sé una incertezza che solo un collaudo può chiarire.

- si era fatta eseguire una previsione di impatto cercando il prezzo più basso. Di solito questa è la garanzia di andare a cercarsi i problemi col vicinato perchè basso prezzo oggi è sempre garanzia di bassa qualità del lavoro.

- i vicini sono agguerriti e si stanno rivolgendo ad un avvocato. In questo caso si rischia di innescare una procedura giudiziale lunga e molto rischiosa per l'attività. Si deve ricordare che lo studio di impatto acustico richiesto dai comuni si basa unicamente sulla legge amministrativa (DPCM 14/11/97) mentre nelle cause civili possono essere applicati dei metodi di misura più severi di quanto richiesto dalla pubblica amministrazione. Comunque sia il Sindaco o il procuratore della Repubblica possono arrivare rapidamente a imporre forte limitazioni di orario o di utilizzo degli impianti.

Lo staff di ingegneria acustica Suonoevita opera in acustica dal 2001, dispone di tutte le più moderne tecnologie per affrontare e risolvere qualsiasi situazione. Contattateci con le vostre domande.