L’aria attenua(assorbe) il suono?

Sì, essendo un gas l’aria è un elemento con forze viscose al suo interno, disperde quindi parte dell’energia sonora che lo attraversa perturbandolo. Il fenomeno è minimo per piccole distanze tra sorgente e ricevente ma diventa chiaramente percepibile a grandi distanze (> 200 m).

Si attenuano prima le alte frequenze, prendendo ad esempio l’ottava dei 2000 Hz, avremo una diminuzione di 2 dB a 200 metri, 4 dB a 500 m e 10 dB a 1000 m.

Possiamo notare il contributo di questa attenuazione le sere d’estate nei paraggi di una discoteca, di fuochi d’artificio o di una zona rumorosa: più ci allontaniamo dalle sorgenti sonore e più tenderemo a sentire solo i bassi (i suoni acuti siattenuano infatti più rapidamente).

Negli ambienti chiusi di dimensione grande, si considera un coefficiente di assorbimento dell’aria, anch’esso più significativo nelle alte frequenze, generalmente variabile in funzione del volume, invece che dalla superficie come l'equazione di Sabine impone.