L'acustica per la rigenerazione dell'edilizia Italiana.

L’acustica deve essere un trampolino di rilancio dell’edilizia. E’ noto che oggigiorno l’isolamento acustico è un elemento della bioedilizia che pensa alla sostenibilità dell’edificio rigenerato.

L’acustica è un fattore di comfort importante per il benessere psichico e fisico delle persone perché i danni fatti dal rumore sul riposo delle persone genera enormi spese inutili (mediche, legali, tentativi di bonifica approssimativi, carico di lavoro su ARPA e i comuni, ma anche affaticamento, irritabilità, malattie psicosomatiche).
Oggi si parla giustamente di rigenerazione del tessuto urbano e di recupero degli edifici esistenti e inutilizzati per non consumare più il territorio.

Se si pensasse a scelte urbanistiche corrette:

- si sposterebbero le zone della movida lontano dalle zone di vita e riposo dei cittadini;
- si lavorerebbe sulla qualità del fondo stradale, sui limiti di velocità;
- si riqualificherebbero gli edifici studiando l’impatto del rumore del traffico e delle sorgenti sonore che lo circondano;
- si riqualificherebbero le unità immobiliari per avere dei veri standard di qualità (il decreto del 97 vigente deve essere aggiornato da troppi anni e richiede dei limiti più moderni);
- si riqualificherebbero le zone industriali e si punterebbe al riuso di quelle dismesse;
- si riqualificherebbero i locali pubblici rendendoli non disturbanti e finalmente confortevoli anche per i clienti.

Suonoevita applica intere branche ingegneristiche e scientifiche che purtroppo in Italia sono inascoltate e viste con grande timore da chi non vuole il cambiamento, in Europa e negli Stati Uniti sono applicate da decenni.

Solo cambiando il nostro tessuto urbano con un vero progetto possiamo creare migliaia di piccoli e medi cantieri, dare da lavoro a migliaia di attività e professioni, così da rilanciare l’appeal turistico del paese e poter recuperare una economia che è ferma da troppi anni.