L'acustica nelle scuole Italiane

Nel caso di ampliamenti e di realizzazione di nuovi edifici si sovrappongono tre leggi che devono essere seguite durante la pratica edilizia e la fase di progetto:

- lo studio fonometrico e la conseguente redazione della relazione previsionale di clima acustico (legge quadro 447/95);
- lo studio previsionale dei requisiti di isolamento acustico dell'edificio e di rumorosità degli impianti (DPCM 5/12/97) che deve essere supportare il progetto architettonico;
- lo studio del trattamento di correzione acustica degli interni delle aule (D.M. 18/12/75).

La verifica del clima acustico della zona deve essere eseguita da un tecnico competente in acustica ambientale, dovrà verificare che i livelli di rumore ambientali siano in linea con quanto richiesto dal piano di zonizzazione acustica del comune.

I requisiti acustici passivi degli edifici scolastici sono stati definiti affinché la aule non si disturbino fra loro, e non siano disturbate dai rumori esterni e dal rumore degli impianti dell'edificio. Lo studio è delicato perché non basta fidarsi delle sole schede tecniche dei materiali, conviene affidarsi a un esperto di acustica applicata all'edilizia. Rimane molto severo il limite richiesto all' isolamento di facciata e comunque si deve garantire il valore di isolamento aereo e da calpestio fra ogni aula.

Il controllo del riverbero nelle aule è importante per facilitare gli alunni a capire le parole degli insegnanti, per togliere l'effetto di amplificazione e disturbo tipico degli ambienti spogli e riflettenti il suono, anche per tutelare l'udito, la voce e la salute degli insegnanti che ci lavorano molte ora al giorno. Questo si ottiene studiando la tipologia, quantità e disposizione di materiali fonoassorbenti da decidere in base a forma e volume dell'aula.

Altri ambienti molto importanti sono le aule magne, gli auditorium, le aule per la musica, in questi casi è consigliata ancora più attenzione per dare la massima qualità e comfort agli utenti perchè i target tecnici ottimali di solito richiedono performance maggiorate rispetto ai minimi di legge.

Alcuni committenti richiedono il collaudo acustico in opera a fine lavori, è sempre consigliata una assistenza alla direzione lavori perché i risultati in acustica dipendono anche dalla posa in opera.

Gli esperti acustici di Suonoevita possono assistere tutti i committenti e tutte le professionalità coinvolte in un progetto e realizzazione di edifici scolastici. Contattateci con le vostre domande e richieste di preventivo.