Scopri come suona la tua stanza nei bassi

Negli ambienti dedicati alla musica (sale prove, studi di registrazione, sale di ascolto/mixaggio e home theatre) utilizzati quotidianamente dai musicisti, fonici e audiofili le basse frequenze rappresentano uno dei maggiori problemi da dover affrontare per ottenere una buona risposta acustica.
Ciò è dovuto principalmente alle dimensioni geometriche dell’ambiente di ascolto stesso. Le stanze piccole (superficie calpestabile inferiore a 30-40 m2 altezze sotto i 4 m) presentano problemi molto marcati alle basse frequenze dovute alla presenza dei modi di risonanza.
I modi di risonanza si stabiliscono a quelle frequenze la cui lunghezza d'onda risulta essere multipla della distanza tra due pareti: in particolare i modi assiali (ovvero quelli che si stabiliscono su lunghezza, altezza e larghezza della stanza) influenzano in modo decisivo la risposta acustica della stanza fino a 300/400 Hz a seconda della sua dimensione.
Da oggi SuonoeVita, attraverso il nuovo sito del servizio Tune Your Studio, mette a disposizione gratuitamente la possibilità di sondare, in un minuto e direttamente dal browser, la risposta in frequenza alle basse frequenze di qualsiasi stanza per l'ascolto. Inoltre, la risposta visualizzata sarà sovrapposta alla posizione dei modi di risonanza assiali che sono i primi responsabili di molte amplificazioni/mancanze/sporcizie nei bassi.
Tutto questo potrai ottenerlo andando sul sito www.tuneyourstudio.com ed effettuando la registrazione gratuita al nuovo tool dimostrativo. Eseguita il login sul sito avrete un link diretto verso il tool di analisi.

COME FARE A OTTENERE LA RISPOSTA (DURATA UN MINUTO)
Per effettuare questa misura è necessario disporre di un computer connesso ad Internet (al momento non è possibile effettuare la prova da dispositivi mobili, smartphone o tablet) e di una scheda audio con ingresso microfonico. È necessario collegare all’ingresso della scheda un microfono (meglio se lo usate a condensatore e con risposta in frequenza il più lineare possibile) e posizionarlo nel punto di ascolto.

Dove posizionare il microfono per un primo controllo della qualità dell'ascolto

Il microfono andrà posizionato all’altezza delle proprie orecchie al vertice di quel triangolo equilatero che collega le due casse e il punto di ascolto (il cosiddetto “sweet spot”).
Ultimato il setup di misura è necessario inserire le dimensioni della stanza.

Questa informazione è necessaria per calcolare la posizione dei modi di risonanza dell’ambiente per una stanza a forma di parallelepipedo. Se la stanza non è a parallelepipedo dovrete inserire le distanze medie, questo è uno dei casi per cui vi conviene contattarci: ricordatevi che la presenza di pareti non parallele non impedisce la formazione delle risonanze modali, questo è solo uno dei tanti falsi miti che circolano sulla rete da anni! In quel caso i modi di risonanza si spostano su frequenze difficili da predire, questo nostro tool online ve lo dimostrerà facilmente.

Inserire i dati della stanza nel tool gratuito di tuneyourstudio

Il metodo di misura utilizzato è quello della Exponential Sine Sweep. Il file riprodotto dal browser è un segnale di ampiezza uniforme che cambia la propria frequenza in maniera logaritmica su tutto lo spettro udibile. Questo segnale, una volta effettuata un’operazione detta convoluzione col suo filtro inverso, dà luogo alla risposta all’impulso dell’ambiente, ovvero quel segnale che contiene tutte le informazioni sulle caratteristiche acustiche della tua stanza.
Cliccando sul tasto “Record Sine Sweep” viene avviata la riproduzione/registrazione del segnale sweep.
Automaticamente, al termine della registrazione, viene scaricato un file .wav nella cartella di download del browser.

Procedete alla registrazione della sweepata

COSA SI OTTIENE DA QUESTA ESPERIENZA
Cliccando sul tasto di selezione del file, viene avviata automaticamente l’operazione di convoluzione e viene restituito il grafico della risposta in frequenza fino a 400 Hz (nell’esempio di seguito viene riportato il caso di una stanza di uso comune non trattata acusticamente).
Le righe verticali rappresentano la posizione teorica dei modi di risonanza. Si noti come nella zona fra 100 e 200 Hz la corrispondenza fra posizione teorica dei modi di risonanza assiali e picchi della risposta in frequenza risulti adeguatamente precisa. Al crescere della frequenza, l’intervento dei modi tangenziali e obliqui rende meno precisa tale corrispondenza.
Quella proposta gratuitamente online sul sito Tuneyourstudio è una semplificazione del primo step delle analisi che vengono offerte dal nostro servizio di ingegneria acustica.
Effettuare le misure con il supporto e la strumentazione degli ingegneri di SuonoeVita consente di ottenere la massima accuratezza nei risultati ottenuti. Si consideri poi il fatto che le analisi proposte dal Tune Your Studio vengono sempre svolte considerando un insieme di risposte all’impulso misurate attorno allo sweet spot e mai il solo punto singolo, al fine di ottenere una rappresentazione della risposta della stanza più simile a quella percepita dall’orecchio umano. (provate subito questa esperienza: spostate il microfono di 20 cm cosa succede? Capite che le analisi su un punto unico sono solo l’inizio dello studio della situazione)

Esempio del risultato dell'analisi FFT dei bassi

NOTA BENE Dalla risposta in frequenza visualizzata online è possibile ottenere una primissima valutazione delle problematiche nella parte bassa dello spettro, queste sono dovute unicamente alla vostra stanza e al posizionamento del triangolo d’ascolto, la risposta dell’altoparlante di solito è chiaramente visibile nel cut-off a bassa frequenza.
Ricordatevi che bisogna verificare i transienti del sistema nel tempo e analizzare nel dettaglio stanza e sistema d’ascolto. Col nostro supporto e a un prezzo competitivo potete avere un rapporto tecnico di diagnosi della vostra stanza e sapere tutto sulla vostra situazione attuale e avere molti consigli per migliorare da subito e a costo nullo o ridotto.

Se siete interessati spediteci il risultato o scriveteci una email (meglio se aggiungete le dimensioni o una planimetria e una foto del set-up) perché è utile per capire le caratteristiche della risposta percepita e per consentirci di valutare la gravità di eventuali difetti che la stanza presenta: vi daremo una risposta ai vostri primi dubbi e domande!