Suonoevita alla 132esima conferenza AES a Budapest

Ready to download L'ing. Rizzi e il dott. Ghelfi hanno presentato al convegno Europeo AES 2012 nuovi risultati sulla ricerca riguardante il tempo di miscelazione e il campo sonoro diffuso nelle piccole stanze per la musica.

Il tempo di miscelazione è in teoria acustica classica l'istante che divide la prima parte della risposta all'impulso (dove si individuano le prime riflessioni marcate e facilmente prevedibili) dalla seconda (dove le riflessioni sono ben miscelato e quindi hanno una provenienza casuale, ovvero 'diffuso').
Gli esperimenti condotti mostrano come l'utilizzo di pannelli fono-diffondenti migliori e stabilizzi drasticamente il campo diffuso, anche in ambienti molto piccoli 'non-Sabiniani' come le sale prova, le sale d'ascolto, le sale speaker, tutte le tipologie di sala regia.

Le tecniche suonoevita di analisi delle piccole stanze per la musica sono all'avanguardia e utili per procedere a un progetto dell'ottimizzazione dell'acustica interna, l'analisi è ad hoc: le soluzioni sono sulla stanza, sull'impianto e sul budget del cliente.

Di seguito l'abstract in inglese:

The goal of this work is to optimize a DSP tool for extrapolating from room impulse response information regarding the way in which the transition between early reflections and late reverberation occurs. Two different methods for measuring this transition (usually referred as mixing time, tmix) have been found in literature, both based on statistical properties of acoustic spaces. Appropriate changes have been implemented and the algorithms have been tested on I.R. measured in 8 different environments. Particular attention is given to non-Sabinian environments such as small-rooms for music. It has been also measured a relationship between sound diffusion and tmix, showing how the presence of scattering elements contributes to lower tmix altering the statistical properties of I.R.

AllegatoDimensione
AES 132 - ID96 - Rizzi Ghelfi - Mixing time in small rooms.pdf1010.49 KB