Voglio avere una parete vetrata nel mio studio/sala prove, cosa ne pensi?

Indubbiamente il vetro ha il suo grande impatto e fascino estetico, oggi si è anche in grado di utilizzare grandi superfici ottenendo al contempo valori elevati di fonoisolamento, quindi è spesso utilizzato (e purtroppo abusato) anche negli studi e nelle sale dove l’ascolto e la qualità sonora deve essere ottimale. In realtà consiglio sempre di decidere con molta attenzione e di affidare a un acustico che sia pratico di questi ambienti la cura delle dimensioni e del posizionamento dei vetri in queste sale (sale regia, speaker, riprese, stanze d’ascolto): esso è infatti un materiale fortemente riflettente in tutto lo spettro udibile e genera quindi delle riflessioni sonore intense.
Sono infatti le riflessioni forti e vicine al suono diretto, che "tendono a corromperlo":http://www.suonoevita.it/it/come_percepiamo_le_riflessioni_sonore in maniera irrevocabile (distorsione e modificazione del timbro, nei casi peggiori perdita di intelligibilità): lo spettro del segnale viene modificato e non c’è equalizzazione che riesca a compensare il fenomeno, perché il problema risiede nel mondo del tempo (somma di suoni al microfono o alle orecchie dell’ascoltatore) e non nello spettro del suono originario.

Gli effetti tipici descritti dai fonici e dai buoni ascoltatori sono quelli di sentire ‘troppo ambiente’ , di avere dei rientri difficili da gestire e modifiche imbarazzanti dei timbri sonori, spesso troppo ‘brillanti’ o ‘riverberati’ sui medi e gli alti. Gli artisti invece si lamentano perché la voce o il suono degli strumenti non è quello che desiderano. Le cose peggiorano ancora quando si riprende in diretta più sorgenti, come nelle dirette radiofoniche o nelle riprese live.

Esistono comunque diverse soluzioni progettuali: dall’utilizzo di tende particolari a quello di altri materiali specifici (trasparenti e non), sempre in un'analisi complessiva dei sistemi stanza-ascoltatore e stanza-microfoni, in funzione della metodologia di lavorazione dello studio, musicale o radiofonico che sia.